Matrix 4: ne abbiamo davvero bisogno?

matrix-4-in-media-rex-header

“E scoprirai quanto è profonda la tana del Bianconiglio”. D’accordo, ma perché dovremmo scavare ancora?

Si sa: oramai, se c’è qualcosa in cui è coinvolto Keanu Reeves, tutto il mondo sbrodola di piacere ed eccitazione, tanto da far sembrare il cane di Pavlov senza salivazione alcuna. Hanno annunciato che a breve partiranno le riprese per Matrix 4, con l’eterno nonché eletto Keanu e Carrie Ann-Moss nel latex di Trinity.

Sarà un capitolo spurio? Non canonico? Giusto per tirar su qualche soldone facile? No, no e probabilmente.

Alla regia ci sarà solo uno dei due fratelli una delle due sorelle Wachowski, Lana. L’altra, Lilly, probabilmente ha ben altro a cui pensare. A sganciare la grana (non si sa quanta, ma presumiamo un bel po’) per la produzione, come nella trilogia originale, ci pensa Warner Bros.

Bene, cosa si sa di Matrix 4? Un benemerito ciufolo di nulla. O quasi.

matrix-4-in-media-rex-1

La perplessità di Trinity e Neo. “Hai chiuso il gas prima di uscire di casa?”

Qualcuno ha azzardato che si tratterà di un prequel, deducendolo dal fatto che la presenza di Lawrene Fishburne, ovverosia Morpheus della trilogia originale, non è stato – per ora – confermato. Dicono, sempre queste voci di corridoio (manco fossimo nel livello dell’incubo del primo Max Payne), che serva un attore meno avanti con l’età per impersonare un Morpheus più giovane. Ma se così fosse, che diavolo c’entra Trinity, e sorpattutto Neo? D’accordo che Keanu Reeves non cambia aspetto dal 1500, ma abbiamo delle riserve. D’accordo che Carrie Ann-Moss è ancora una bellissima donna, ma dovrebbe valere anche per lei il ragionamento fatto per Fishburne.

Ergo, prequel sta ceppola.

Ma non potrebbe neppure essere un seguito “diretto”, dato che sappiamo tutti come è andata a finire in Matrix Revolution. Che miss Wachosky abbia tirato in ballo la teoria del loop cara ai Rebuild di Evangelion (se non sapete a cosa diamine ci stiamo riferendo, CLICCATE QUI)?

Locandina made in Bangladesh

Si è creato così tanto hype che bisogna tornare ad alcuni anni fa, in ambito videoludico, per una situazione di attesa spasmodica simile. Hideo Kojima e il suo Death Standing: anni di filmati da 40 secondi o un minuto scarso in cui non si capiva un emerito membro di canide, ma tutti urlavano al miracolo. Similmente lo stesso sta accadendo con Matrix 4: non si sa nulla, solo che Keanu e Carrie torneranno nei panni di Neo e Trinity e che ci sarà una Wachowski dietro la macchina da presa.

Lo aspettiamo al varco, ma stavolta attendiamo un attimo per decidere se proseguire o meno verso la tana del Bianconiglio.

Andrea Mariano

Prigioniero degli anni ‘90, da tempo il soggetto in esame sfrutta il prodigio demoniaco chiamato internet per poter sproloquiare di ciò che lo appassiona e di ciò che lo cruccia, il tutto indossando camicia a quadri, Levi's 501 e Dr. Martens. Ha svolto tutto ciò su SpazioRock.it dal 199... dal 2010 al 2016. Ora è qui (ma va?). Odora leggermente di cavolo (cit. Theme Hospital)
Andrea Mariano

About Andrea Mariano

Prigioniero degli anni ‘90, da tempo il soggetto in esame sfrutta il prodigio demoniaco chiamato internet per poter sproloquiare di ciò che lo appassiona e di ciò che lo cruccia, il tutto indossando camicia a quadri, Levi's 501 e Dr. Martens. Ha svolto tutto ciò su SpazioRock.it dal 199... dal 2010 al 2016. Ora è qui (ma va?). Odora leggermente di cavolo (cit. Theme Hospital)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *