Peaky blinders: chi è il figlio di puttana?

Le quote dei bookies su chi può avere mandato in malora il fantastico piano di Tommy Shelby

Da ieri su Netflix e sbranabile in 6 ore esatte, la quinta stagione di Peaky Blinders culmina in un finale di inaudita ingiustizia nei confronti dei fedelissimi spettatori: per la prima volta, la ministagione non culmina con una vittoria almeno parziale della tenera famiglia di zingari, ma con un cliffhanger che suona come totale, clamorosa disfatta. Che lascia anche la domanda gigantesca su chi, per l’ennesima volta, abbia fottuto Tommy Shelby, facendo andare clamorosamente a rotoli il piano di far fuori il tenero fascista Oswald Mosley. Ho raccolto le quote dei bookmakers per tutte le papabili gole profonde.


Billy Grade (quota: 1.12)

Il barbuto Billy spunta verso la metà della stagione e ha uno screenplay di al massimo una decina di minuti. Tanto irrilevante che ho dovuto cercare sul web per capire come in realtà si chiamasse. Nella serie viene convinto dolcemente coi Peaky Blinders, previa minacce all’incolumità della sua intera famiglia, a trasformarsi nel Beppe Signori del calcio inglese e organizzare combine per le partite della Premier League. Nell’ultimo episodio, dopo una infausta quanto gratuita soffiata di Finn relativamente all’uccisione di Mosley, lo si vede allungare le mani verso un apparecchio. Minuti prima della tragedia. Billy resta dunque il principale se non unico esplicito indiziato: una plot line molto telefonata oppure un depistaggio da ciò che è veramente successo dietro le quinte?


Michael Shelby e consorte (quota: 2.80)

Da ultimo arrivato ad astro nascente e fidatissimo economista dei Peaky Blinders, per poi fallire un colpaccio da Lupo di Wall Street e dilapidare praticamente tutti i beni della propria famiglia: la parabola di Michael Shelby vive nella quinta stagione un punto di minimo dalla quale sembra veramente impossibile venir fuori. Specialmente adesso che è accompagnato dalla sibillina moglie Gina, la cui sete di potere sembra essere seconda in dimensione soltanto agli occhi. La coppia ha espresso la sua intenzione nel prendere il comando di una ristrutturata azienda di famiglia, prontamente incendiati da Tommy e da mamma Polly: l’idea potrebbe essersi concretizzata in realtà in modi decisamente più drastici.


La zia Polly (quota: 3.90)

La cara vecchia Polly ha avuto momenti alterni di collasso e rinascita nel corso delle ultime due/tre stagioni, dalla potenziale impiccagione alle ripetute dimostrazioni che gallina vecchia fa brodo buonissimo, dalla dipendenza deleteria ai nuovi poteri da chiaroveggente, per arrivare ai sentimenti contrastanti nei confronti del tenero figliolo Michael. Il futuro matrimonio e l’iniziale chiusura ai tentativi di sabotaggio di erede e nuora sembrerebbero allontanarla dai sospetti, ma il latente astio nei confronti della megalomania autodistruttiva del capofamiglia Tommy potrebbero averla spinta ad un clamoroso voltafaccia. Che sarebbe aggravato, nel solito crudele gioco di cause ed effetti della serie, dalla morte per causa sua del promesso marito Aberama Gold.


Alfie Solomons (quota: 1.70)

Una quota bassa più per immoritura stima che perché ci si creda realmente. Un po’ come un Lionel Messi primo marcatore anche al rientro da un infortunio. Alfie è morto e resuscitato, come quello famoso che fa concorrenza alla sua religione ebraica. E l’epiteto del titolo di quest’articolo non è applicabile a nessun altro nella serie più che a lui, doppio/triplogiochista inossidabile. L’Alfie rinato, oltre che sfregiato, sembra un grande amicone di Shelby e sembra preoccupato quanto lui dai nuovi nemici. Sembra, per l’appunto.


Il maggiore Campbell (quota: 15.00)

Per dare voce a una fan theory che è emersa con velocità incredibile dopo che la serie è arrivata su Netflix: il primo turista di Jurassic Park, stando alle ipotesi, si sarebbe limitato a perdere un piccolo laghetto di sangue dopo le coltellate di Polly al termine della seconda stagione, senza però morire. Le teorie dei fan non specificano in che modo possa avere effettuato le soffiate alle persone giuste, come si intreccerebbe con i personaggi che effettivamente “sanno” (potenzialmente tutti gli altri in questa lista), quali vantaggi avrebbe nel salvare il culo alle forze avverse al suo storico datore di lavoro Churchill. La cosa, effettivamente, sembra troppo fantasiosa anche per gli showrunner di questa serie. Ma in fondo c’è anche chi crede ai bambini rubati di Bibbiano.

Riccardo Coppola

Sulla linea di confine tra un matematico pragmatismo e una sognante fascinazione per le malinconie musicali e i sofismi esistenzialisti e/o fantascientifici. Suono ogni tanto, scrivo spesso, parlo troppo.
Riccardo Coppola

About Riccardo Coppola

Sulla linea di confine tra un matematico pragmatismo e una sognante fascinazione per le malinconie musicali e i sofismi esistenzialisti e/o fantascientifici. Suono ogni tanto, scrivo spesso, parlo troppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *