Iosonouncane e Paolo Angeli: radici sarde il 3 agosto a Villa Ada

In Media RexSi sta per conclucere la 25esima edizione di Villa Ada Incontra il Mondo. Sul palco Iosonouncane e Paolo Angeli

L’isola situata al centro del caratteristico laghetto di Villa Ada è sicuramente uno dei posti più freschi delle estati romane. Se di inverno la sua utilità è quasi nulla (solo la circonferenza del laghetto è sfruttata dai numerosi corridori), d’estate si colora, si riempie di pubblico e di note. È ospite di numerosi eventi e memorabili concerti. È “Villa Ada – Roma incontra il mondo”, ed in un torrido 3 Agosto romano si esibiranno Iosonouncane e Paolo Angeli.

I due artisti, rispettivamente cantautore e chitarrista, provengono da una rurale Sardegna e ne portano vestiti e tradizioni, a modo loro. I due i conoscono e collaborano in un brano dell’acclamato DIE nell’ormai lontano 2015, decidono di portare avanti la storia della propria terra, le loro radici, insieme. Nasce così un genere di difficile catalogazione, a metà tra cantautorato e musica elettronica, fatto di rumore e silenzio. Si esibiscono così a Marzo all’Auditorium Parco della Musica, tornano per un atteso evento nella capitale il 3 Agosto a Villa Ada.

In Media Rex

Iosonouncane e Paolo Angeli
dal vivo a Villa Ada
Inizio concerto ore 21.30
Prezzo del biglietto – posto unico – 15 euro

 

Matteo Galdi

Matteo Galdi

Ho un brano adatto per ogni momento della giornata, ho ogni ricordo importante legato ad una band o ad un disco. Il giorno della laurea mi sono presentato in completo, ma indossavo i calzini degli Iron Maiden che per fortuna non hanno carpito l’attenzione della commissione. Suono il basso in una band satanica, pagana e splatter. Anche se in fondo sono orgogliosamente “prog snob” e vi guardo tutti dall’alto verso il basso, voi che ascoltate solo indie. Amo scrivere, sopratutto di musica, vivo di concerti. Apprezzo l’arte in tutte le sue forme. Proprio per questo amo la Carbonara ed il tiro a giro alla Del Piero.
Matteo Galdi

About Matteo Galdi

Ho un brano adatto per ogni momento della giornata, ho ogni ricordo importante legato ad una band o ad un disco. Il giorno della laurea mi sono presentato in completo, ma indossavo i calzini degli Iron Maiden che per fortuna non hanno carpito l’attenzione della commissione. Suono il basso in una band satanica, pagana e splatter. Anche se in fondo sono orgogliosamente “prog snob” e vi guardo tutti dall’alto verso il basso, voi che ascoltate solo indie. Amo scrivere, sopratutto di musica, vivo di concerti. Apprezzo l’arte in tutte le sue forme. Proprio per questo amo la Carbonara ed il tiro a giro alla Del Piero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *