2 Dialogue: quando scopri elettronica di qualità

L’EP Wrong Perfect Choice è una inattesa e piacevolissima sorpresa

Electro Dream Pop. Definizione strana, ma azzeccata. 2 Dialogue è un progetto di musica elettronica che ha come fonti di ispirazione eminenze quali The XX, Massive Attack e Portishead. C’è qualità in questo EP Wrong Perfect Choice, parecchia. Ma facciamo un passo indietro.

2 Dialogue è un progetto nato dalla mente e dallo sfogo di Claudio Brambilla, in forze ai Fantasia Pura Italiana dal 2010. Come potete capire anche semplicemente andando a leggere una vecchia intervista realizzata alla “band madre”, per capire che in Wrong Perfect Choice Claudio ha sfogato una parte completamente inedita del suo Sé musicale.

Parte tutto da una necessità vitale di dare sfogo a una situazione di costrizione, complessa. La mia parte da quasi-psicologo direbbe che il dialogo tra il Sé e l’Io è ha dato forma a 2 Dialogue, che i brani contenuti in Wrong Perfect Choice sono l’esternazione in musica di quel tentativo di introspezione, chiarimento e chiarezza nato dall’esigenza di lasciarsi qualcosa alle spalle e superarlo.

Il risultato è un EP di elettronica semplice, pulita, avvolgente, che non dipinge giornate soleggiate, quanto piuttosto un cielo velato, in bilico tra l’afa e il refrigerio. Il tentativo di mostrare più sfaccettature di quel dialogo che Claudio ha prodotto.

Il ritmo di Choose to Risk si scontra con la cupa claustrofobia di Spider Web; Game of Power ricorda vagamente anche i The National di qualche anno fa e prepara per l’eterea, conclusiva Heat Me.

2 Dialogue è un progetto che non vedo l’ora spicchi il volo definitivo. Quattro brani che catturano, incuriosiscono, abbracciano, stringono, rilasciano. Per gli amanti della musica elettronica, una piacevole sorpresa. Tarda serata, luce fioca, un buon impianto stereo. Ritagliatevi un quarto d’ora di sorprendente qualità.

Andrea Mariano

About

Prigioniero degli anni ‘90, da tempo il soggetto in esame sfrutta il prodigio demoniaco chiamato internet per poter sproloquiare di ciò che lo appassiona e di ciò che lo cruccia, il tutto indossando camicia a quadri, Levi's 501 e Dr. Martens. Ha svolto tutto ciò su SpazioRock.it dal 199... dal 2010 al 2016. Ora è qui (ma va?). Odora leggermente di cavolo (cit. Theme Hospital)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *