Tradizione e Tradimento: la misurata voglia di cambiare di Niccolò Fabi

Profondissimo e garbatamente innovativo: la recensione del nuovo album del cantautore romano.

Tradizione e Tradimento è un titolo geniale, un meta-titolo, che riassume perfettamente quello che Niccolò Fabi vuole portare a termine. Ci sono infatti almeno due canzoni nell’album del cantautore romano che assumono quell’inquietante quanto moderna struttura da lista della spesa, da Una Vita In Vacanza dello Stato Sociale, che fossero in mano a parolieri meno dotati genererebbero orrori privi di senso. I due pezzi sono al tempo stesso quelli più d’impatto: il primo, “Amori con le ali”, è una sequenza cadenzata, su un’elettronica modernissima. di nomi di mezzi di trasporto, che trova il plot-twist alla fine diventando atipica canzone d’amore; il secondo, “Io sono l’Altro“, è un dramma attualissimo in cui Fabi impersona un elenco infinito di persone percepite come cattive, senza che si faccia mai lo sforzo di mettersi nei loro panni.

Prendo questi due brani come esempio di quanto l’artista in esame sia diventato con gli anni sempre più un fenomeno, capace di prendere per un solo attimo le distanze cantautorato tipico (arriva comunque, sugli arpeggi di “I giorni dello smarrimento“, assieme a Pier Cortese, con la colpevolezza però di farmi ricordare Matteo Renzi per la cit. “Anche un orologio rotto ha ragione per due volte al giorno”) per costruire pezzi dalla vena apparentemente più pop, più potentemente radiofonici. Con la gustosa padronanza del mezzo che gli permette, grazie anche alla sua proverbiale educazione e al suo solito mogio disfattismo, di trovare chiavi di lettura sempre nuove per un tema come i rapporti di coppia e i loro inizi, sviscerato ormai da migliaia di anni (la bellissima “Nel Blu“).

D’altronde, se si piega alle elettronichette anche un outsider eterno come Brunori, non avrebbe motivo di non rimodernarsi uno che bazzica la scena da una ventina d’anni abbondante. Tradizione e Tradimento diventa highlight di questo 2019, pareggiando (e forse vincendo per coesione dell’intera tracklist) “contro” La Terra Sotto i Piedi del sodale Silvestri, cui anche la copertina assomiglia se se ne gira uno dei due di 90 gradi. Ma, nel contesto del cantautorato italiano, equivale forse a chiedersi se è meglio il Barca o il Real Madrid. Però quelli di un paio d’anni fa, con Messi e Ronaldo nel loro contemporaneo momento di maggior grazia.

Risultati immagini per niccolò fabi tradizione e tradimento

Riccardo Coppola

Sulla linea di confine tra un matematico pragmatismo e una sognante fascinazione per le malinconie musicali e i sofismi esistenzialisti e/o fantascientifici. Suono ogni tanto, scrivo spesso, parlo troppo.
Riccardo Coppola

About Riccardo Coppola

Sulla linea di confine tra un matematico pragmatismo e una sognante fascinazione per le malinconie musicali e i sofismi esistenzialisti e/o fantascientifici. Suono ogni tanto, scrivo spesso, parlo troppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *