Chi rimpiazzerà Tommaso Paradiso nei Thegiornalisti

thegiornalisti-tommaso-paradiso-domenico-bini

Chi sarà il successore di Tommaso Paradiso? Soprattutto: riusciranno i Thegiornalisti a recuperare la password di Instagram?

Ieri, in serata, annunciata da wall of text in storie su Instagram come i rant di donne del movimento #metoo contro il patriarcato: Tommaso Paradiso manda a fanculo i Thegiornalisti. Oggi, dalla mattina presto, il dramma: la gente comune ha dovuto combattere una propria personale battaglia social, contro eserciti di puntualissimi fenomeni impegnati a dimostrare la loro originalità, accomunando l’uscita dal gruppo di Tommy alla scissione Renziana, o a chiedersi quanti minuti fosse durato il messaggio vocale con cui il frontman ha comunicato la sua triste decisione. Mentre il superficiale toto-frontman del web ha eletto il clone Leo Pari come candidato #1 alla successione e l’interessato glissa, noi abbiamo scandagliato i nostri informatori per fornire altre papabili alternative.

La svolta Glam – Adam Lambert

Perché il concerto al Circo Massimo è già assurto alle cronache nazionali come l’evento del 2019. Se della scissione dei Thegiornalisti parla sul suo profilo anche Enrico Mentana, ci vuole poco a rendersi conto che l’ultima Il Tuo maglione mio davanti alle milf romane è l’equivalente dell’“EEEO” al Live Aid. Adam Lambert ha le spalle sufficientemente allenate per raccogliere anche questa eredità.

La svolta Alt-Lib – Roger Waters

Perché a ridosso degli ottanta Ruggero si è arreso, ha capito che il sistema va combattuto dall’interno, non abbattendo i muri ma intrufolandosi nelle strette maglie del capitalismo. I Thegiornalisti sarebbero il perfetto grimaldello per la sua indole politicizzata e mai doma: parlare di tette e figa per sobillare le sopite coscienze rivoluzionarie dei fighetti in camicia bianca, pantaloncino di jeans e mocassino.

thegiornalisti-tommaso-paradiso-domenico-bini

La svolta Popolare – Domenico Bini

Perché nessuno potrebbe dare una connotazione più genuinamente popolare/populista al qualunquismo da multinazionale, privo di contenuti e carico di inutile fuffa, dei Thegiornalisti. Bini non sarebbe più un ideale di cantautore anch’esso inesistente – il love child supersessualizzato di Ramazzotti e Venditti con la barba da suonatore di banjo nei Fleet Foxes e le movenze da imbecille – ma una personificazione dell’intero popolo italiano, che ha un bisogno disperato di una guida, di parole semplici che sappiano indicargli una nuova strada e una nuova speranza.

La svolta nigga – Bello Figo

Per riportare su una traiettoria diretta verso vette altissime due parabole ormai discendenti. E immaginarsi vocali di dieci minuti che ripetono fino all’esasperazione “Sto $kopando”.

La #instasvolta: Chiara Ferragni

Dopo che Tommaso Paradiso ha cambiato la password dell’account Instagram dei Thegiornalisti senza dirlo a nessuno (birbantello!), magari per trasformarlo nel suo account personale, il resto del gruppo (Coso, Quello e Tizio) potrebbero virare su Chiarona nazionale. Tutto di guadagnato: migrazione su account Ferragnez, miliardi di persone che li seguono e poi, quando se lo ricordano, musica: sempre di più comunque di quella che garantirebbe il toyboy Fedez, ormai rassegnato al suo ruolo che lo vede essere più un filtro per i video che un essere umano in carne ed ossa, figuriamoci un artista. Tanto protools fa miracoli (Raffaella Fico docet).

La svolta necrofila: Mike Bongiorno

Servono certezze. E un po’ di allegria. E un po’ di spocchiosità. E far cagare in mano Pippo Baudo e Carlo Conti. Cosa c’è di più indie della riesumazione di vecchie glorie?

thegiornalisti-tommaso-paradiso-ologramma

La svolta hi-tech: l’ologramma di Tommaso Paradiso

Perché probabilmente le diatribe legali andranno avanti a lungo se non per sempre. E perché probabilmente è vero quello che ha detto l’ex frontman, cioè che gli altri due membri della band sono capaci di scrivere musica e testi tanto quanto gli altri due 883. Una tecnologia sempre più avanzata permetterà di avere un Paradiso indistinguibile dall’originale sul palco a cantare gli stessi due album, per sempre.

Riccardo Coppola

Sulla linea di confine tra un matematico pragmatismo e una sognante fascinazione per le malinconie musicali e i sofismi esistenzialisti e/o fantascientifici. Suono ogni tanto, scrivo spesso, parlo troppo.
Riccardo Coppola

About Riccardo Coppola

Sulla linea di confine tra un matematico pragmatismo e una sognante fascinazione per le malinconie musicali e i sofismi esistenzialisti e/o fantascientifici. Suono ogni tanto, scrivo spesso, parlo troppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *