New Music Friday 15-05-2020: L’Onestometro

Guida per distinguere tra pezzi onesti e cafonate nel marasma delle nuove proposte di Spotify

Come leggere l’onestometro
Il giudizio dal più apprezzabile al più marcescente: Onestissimo, onesto, ci sta, stacce, cafonata, cafonatiasima


Mahmood ft. Massimo Pericolo – Moonlight Popolare

Con tempismo perfetto il trollone di Mahmood lancia un pezzo in cui si parla della “vita tua letta dalle pagine del Corano”, mentre il passatempo nazionale attuale è schiumare contro l’Islam. I soliti inglesismi inutili (“sui tetti la Moonlight”) e uno sboccatissimo Massimo Pericolo completano un pezzo tenuto bene in piedi da una base presa di peso da Kung Fury. ONESTO


Fedez – Problemi Con Tutti (Giuda)

Come un Johan Cruyjff poteva giocare in qualsiasi parte del campo ed essere il migliore del mondo di sempre, Fedez ha il purissimo talento di potere affrontare qualsiasi sfaccettatura possibile del rap, e fare schifo. Problemi Con Tutti parte mezza gangsta e finisce mezzo Tiziano Ferro su base samba, ed è sempre imbarazzante. CAFONATISSIMA

 


Katy Perry – Daisies

Il terzo “daisies” in coda al ritornello, squittito più che urlato, è perfetto simbolo di una Katy Parry in costante e disperato sforzo per tenersi aggrappata a quel mondo pop che è andato troppo veloce per lei. Da dieci anni fa, quando lei era in cima pensando bastassero voce rotonda e bella presenza, e tutte le hanno cominciato a twerkare attorno. Questo pezzo non è neanche male, ma oggi sembra buono per i nostri nonni. CAFONATA


Future – Trillionaire

Io sono vecchio, ‘sta roba non riesco a capirla mai a fondo. “E allora perché la recensisci?”. Perché voglio tentare in continuazione di comprendere come faccia a piacere ‘sta roba. E alla fine m’è andata pure di culo, perché così orribile ‘sto Trillionaire di Future non è manco tutta ‘sta cafonata mastodontica. A parte tutti quei cazzo di “Yeh yeh” alla fine. Però, visto e considerato che ho inflazionato ‘sto pezzo con tutti ‘sti “sto” e “sta”, il voto finale è… CI STA


Elodie – Guaranà

Viaggia costantemente sulla linea del “non male” e il “vaffanculo, va”. Poi un po’ di guaranà, diciamocelo, in questo periodo non farebbe male. Se mischiato con la tequila, però, poi ho voglia di fare lo zarro in discoteca in spiaggia. Ma non posso farlo e quindi niente. Per il momento solo guaranà. Fatto sta che questo pezzo è in bilico tra a cafonata e l’onesto. Più tendente all’onesto, onestamente. Sarà che m’è salita la zarrìa. ONESTO


Benny Benassi – Just Miss Love

Mi aspettavo una tamarrata di quelle potenti, possenti e impertinenti. Invece Benny Benassi eleva il synth pop danzereccio da tinte cotonate anni ’80 con classe. Giuro, non sono fatto, sono lucido (anche di pelata). È un pezzo commercialissimo, da dancefloor struscio-time, americano in una mano e vita della tipa in un’altra. E ti sale la marpionaggine livello David Hasseloff all’ennesima potenza. ONESTISSIMO


Michele Bravi – La Vita Breve Dei Coriandoli

Se fosse uscito una ventina di giorni fa, probabilmente avremmo avuto un’impennata di vendite di lamette. Michele Bravi ha il concetto di felicità pari a quello del funerale di un pesce rosso. Michelino, ho il latte alle ginocchia. Ti voglio bene, credimi. Però che palle. Sei pure bravo, giuro. Però fattela ‘na risata. “Di cosa sono fatti gli Angeli”, ti chiedi. Di lievito e zucchero a velo, ecco de che. N.C.


Gio Evan – Regali Fatti a Mano

Bene, se Michele Bravi è bravo ma vecchio inside (mi spiace Miché, ti voglio bene ma è così), Gio Evan potrebbe anche essere bravo e vagamente giovane inside. Solo che qui sembra un incrocio tra Tommy Paradise e un Brunori Sas che ogni tanto cerca di fuoriuscire tipo ruttino digestivo. Farà strage di patonze in perenne crisi post adolescenziale. CI STA


The Kolors – Non È Vero

La cover con una copertina finto-logora di un LP stile Dance Anni ’80 è già cafona di per sé. Il groove, per l’appunto, danzereccio anni ’80, tra Carrà e Renatone, è di livelli cafonissimi. Perfetto per il quinto shotino di acqua e amuchina “Non è vero, non è vero, l’amore è peggio del veleno. Siamo su una giostra da Disco Inferno”. No words. CAFONATISSIMA


Alberto Urso feat. J-Ax – Quando Quando Quando

Il toy boy di Ornella Vanoni, il giovane vecchio che a Sanremo 2020 ha lasciato il segno tanto quanto la sgommata di una bici: bravo, eh, però ora levati. Ora, per fare presa sui suoi coetanei e sui più giovani, cerca di coniugare il classico della musica italiana con ritmi estivi da marpione. Almeno, nelle sue intenzioni. Chiede aiuto a J-Ax. E dove c’è J-Ax c’è cafonata. In questo caso, anche dell’imbarazzo, con la base presa di pesa da Mambo n.° 5 di Lou Bega e con Quando Quando Quando che non sai quando quando quando finirà. Per fortuna finisce. CAFONATISSIMA OVER 9000

 

 

Il Branco

About

Siamo senz'altro scontrosi e antisociali, tuttavia a volte abbiamo degli interessi in comune. E scriviamo a più mani i nostri articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *