Gianni Morandi è il migliore!

Allarme onesto PESCE D’APRILE inserito.

… Ebbene sarebbe stato bello. Anzi, meraviglioso. Che dico, epocale. Purtroppo, la notizia non risponde ancora a realtà. E’ un (simpatico, speriamo) modo per farci ogni tanto una risata e non prenderci troppo sul serio. Quantomeno oggi, 1 aprile.

Gianni Morandi non si esibirà al Sziget Festival. A dir la verità, le richieste di moltissime persone ci sono state realmente, e più volte ammettiamo di aver sperato che un evento di tal portata si potesse realizzare. Quest’anno – ripeto – purtroppo non accadrà. Ciò non toglie che in futuro potrebbe tranquillamente divenire realtà. Del resto, uno su mille ce la fa. E, se qualcuno può farcela, quello è sicuramente il nostro Gianni.

Trovate i veri nomi annunciati e tutte le info per il grande festival ungherese (a cui vi consigliamo caldamente di partecipare) semplicemente cliccando qui.

Vi vogliamo bene e ne vogliamo tanto, tanto… ma tanto a Gianni Morandi, che salutiamo calorosamente. Continuate a seguirci, che d’ora in poi torniamo a lavorare seriamente. Per approfondimenti puntuali e veritieri sul mondo della musica e non solo, seguiteci sulla nostra pagina Facebook.

gianni morandi sziget

1 aprile 2017. FOTO SEGNA TEMPO numero 27 [da pagina Fb Gianni Morandi]

Giulio Beneventi

Giulio Beneventi

Carpenter, Bowie e Bukowski hanno fatto di me il 90% di quello che sono oggi. Per il resto ci hanno pensato le sigarette, il Four Roses e i manuali di giurisprudenza.
Mai uscito vivo dagli anni Novanta, da sempre sulla breccia con Coltrane e un paio di vinili sottobraccio, mi sento a mio agio scrivendo solo a bocca piena, dopo trenta piegamenti di riflessione e una buona dose di gentil cinismo.
Giulio Beneventi

About Giulio Beneventi

Carpenter, Bowie e Bukowski hanno fatto di me il 90% di quello che sono oggi. Per il resto ci hanno pensato le sigarette, il Four Roses e i manuali di giurisprudenza.
Mai uscito vivo dagli anni Novanta, da sempre sulla breccia con Coltrane e un paio di vinili sottobraccio, mi sento a mio agio scrivendo solo a bocca piena, dopo trenta piegamenti di riflessione e una buona dose di gentil cinismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *