Film senza tempo per chi non ha tempo – Episodio 3

…e per chi se ne sbatte degli spoiler. Altri venti film raccontati in due righe.

Avete appena speso 50€ per una calza Kinder & Ferrero piena di dolci che ne sarebbero costati 7 e non avete soldi per uscire di casa ma neanche per pagarvi Netflix? Per Capodanno avete svuotato il portafoglio a colpi di Moet Chandon e vi hanno già staccato la fornitura della luce? Usate l’immaginazione e godetevi questi venti film che vi stiamo raccontando.


Non può piovere per sempre. Purtroppo
(Noah)

Alla fine, a furia di pulire casa del cinese, diventa campione di Karate e schifa la figa.
(Karate Kid)

James Bond va in Islanda. Che è molto lontana. È vicino Padova.
(La morte può attendere)

James Bond è in crisi totale. Per fortuna hanno inventato la cura della figa.
(Skyfall)

Dei cazzoni gli stuprano gli uccidono il cane. Miiiiiinchia, non lo avessero mai fatto.
(John Wick)

Monografia di una tigre cocainomane.
(La tigre e la neve)

Trecento cristiani si preparano a cenare nell’Ade. Ma il pollo alla diavola è finito.
(300)

Se paghi ti sposo.
(Pretty Woman)

A qualcuno piace caldo. E a qualcuno piace la figa.
(A qualcuno piace caldo)

Il precettore pelato di Sgarbi regala perle a go go a dei fortunati marines cresciuti tra tori, checche e tante Mary Jane Ficarotta.
(Full Metal Jacket)

Kevin Spacey la fa grossa e non viene beccato. Bei tempi, Kevin.
(I Soliti Sospetti)

Fuori dall’inquadratura: “È finita la pacchia!” e “E allora il PD?!?”

Una gentildonna imbratta cartelloni con scritte inguiriose senza cadere nel mainstream di un “Frocio chi legge” o limitrofi.
(Tre manifesti a Ebbing, Missouri)

Francis Ford Coppola suggerisce involontariamente (?) a CasaPound il migliore odore da annusare al mattino fuori dai campi Rom.
(Apocalypse Now)

A William Wallace girano non poco le balle al pensiero di dover cedere il giro d’inaugurazione sulla propria pollastra a un nobile fringuello inglese. Decide così di metter su il prequel ufficiale di Arma Letale.
(Braveheart – Cuore Impavido)

William Wallace e il suo impatto sulla cultura contemporanea

In un troiaio mitologico Sean Bean riesce a salvare incredibilmente la pelle.
(Troy)

Ryan Gosling soffre di una strana variante della claustrofobia da ascensore. Occhio.
(Drive)

“Elio”. “Oliver”. “Elio”. “Oliver”. “Elio”. “Oh, ma che Cristo vuoi??”. “Non ti girare, c’è una figa dietro di te”.
(Chiamami col tuo nome)

Un leghista xenofobo se ne salta fuori con l’idea di trattare su pellicola argomenti noiosissimi come l’apartheid e gli strambi itinerari che la giustizia segue.
(Il Miglio Verde)

E la lochescion?

Frittatona di cipolle e familiare di Peroni gelata. Voto: diesci!
(Il secondo tragico Fantozzi)

“Devi usare un pollo. Devi usare un pollo così”. Voto: sempre diesci!
(Killer Joe)

Il Branco

Il Branco

Siamo senz'altro scontrosi e antisociali, tuttavia a volte abbiamo degli interessi in comune. E scriviamo a più mani i nostri articoli.
Il Branco

Latest posts by Il Branco (see all)

About Il Branco

Siamo senz'altro scontrosi e antisociali, tuttavia a volte abbiamo degli interessi in comune. E scriviamo a più mani i nostri articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *