Idee-libro per l’ultimo regalo decente

Natale e regali – Ne rimarrà soltanto uno. Tre umili consigli per il regalo all’ultimo minuto, o semplicemente per te.

 

Natale. Tutti piú buoni, che bella la neve, i canditi fanno schifo, il presepe è tradizione, l’albero no, sí sí va bene… anche a te e famiglia. Ma fermiamoci un attimo. Fermiamoci e pensiamo. Tutto molto bello, tutti amici, tutti parenti, ma la cosa che davvero interessa a noi semplici consumisti medi e senza dio non è l’affetto incondizonato (e permettetemi, talvolta ingiustificato) verso l’umanità tutta, non sono i vari pandori farciti o i manicaretti della zia, ma sono assolutamente e imprescindibilmente i regali. Nei giorni che precedono la festa ossessione e desiderio si mischiano perfettamente in un mix letale e cerebrale; circondati da spot ossessivi, luci intermittenti e scaffali di grandi magazzini, tolto il lampo di genio iniziale, che ci fa comprare un regalo super figo per la fidanzata o per mammá, rimaniamo spesso senza idee né spunti. Se non si vuole finire in tristezza regalando all’amico di turno la sciarpa della nonna, si opta quasi sempre per il cd o il libro, anche un po’ per mantenere quella parvenza di persone colte che fin dal liceo ci portiamo dietro fra una sbronza e l’altra.

Bene. Oggi vi consiglierò proprio tre bei libri che mi sono capitati in mano durante questo lungo 2016. Tre libri diversi per genere e stile, classici e meno classici adatti un po’ a tutte le tipologie di persona, amico o fidanzata, così che nell’emergenza degli ultimi giorni prima del Santo Natale possiate acquistarli, regalarli e far finta che sia farina del vostro sacco.


1) I miei luoghi oscuri – James Ellroy

Un noir, una crime story autobiografica che ripercorre i passi dell’autore di grandi classici come “L.A. Confidential” o “Il Grande Nulla” sulle tracce dell’assassino mai trovato di sua madre, uccisa molti anni addietro. Trauma mai sopito del tutto nell’anima dell’autore e intrigo la cui soluzione tira le fila di un gran racconto americano.
Ottimo per l’amico appassionato di gialli, thriller e “Chi l’ha visto?”.

James Ellroy – I miei Luoghi Oscuri (My Dark Places)
True Crime | 488 pagine | Stati Uniti D’America | 2016
Acquista


 2) Skellig – David Almond

Un racconto per ragazzi, ma anche un po’ per adulti. Una storia di mistero, di artritici uomini-uccello, amicizia e bambini curiosi. Davvero un bel libro dai risvolti inaspettati e dalla scrittura leggera e coinvolgente. Per i più cinefili c’è pure un film con Tim Roth.
Ottimo per tutti, dalla mamma al cuginetto, dalla fidanzatina al nonno tenerone.

David Almond – Skellig
Romanzo fantastico | 151 pagine | Inghilterra | 1998
Acquista


3) Libertà – Jonathan Franzen

Un romanzo in tutto e per tutto, che per il solo fatto di essere uscito dalla penna di Franzen, non necessita di troppe parole. Una storia americana, metà sogno metà realtà. Una storia sulle maschere della società borghese, sulla sua falsità ma anche genuinità. Difficile descriverlo appieno. Leggere per credere e apprezzare.
Consigliato ai grandi lettori, ma anche un po’ al migliore amico cazzone un po’ “Black Mirror” un po’ spinelli.

Jonathan Franzen – Libertà (Freedom)
Romanzo | 650 pagine | Stati Uniti D’America | 2010
Acquista

Marco Ceretto Castigliano

Marco Ceretto Castigliano

Cresciuto a suon di Pearl Jam e Alfred Hitchcock, cerco di fare della mia vita un racconto, spesso senza capo né coda e senza prendermi troppo sul serio. Poggiata la penna vesto i panni dello speaker radiofonico.
Marco Ceretto Castigliano

About Marco Ceretto Castigliano

Cresciuto a suon di Pearl Jam e Alfred Hitchcock, cerco di fare della mia vita un racconto, spesso senza capo né coda e senza prendermi troppo sul serio. Poggiata la penna vesto i panni dello speaker radiofonico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *