Un agile recap per chi si fosse dimenticato dei Gorillaz

Ovvero la pista di indizi che, come bricioline di pane, ci ha condotti al nuovo progetto musicale della band virtuale conosciuta e amata in tutto il mondo.

Forse i più distratti non avranno notato il ritorno (in grande stile) dei Gorillaz sulla scena musicale.

Ma come fare a distrarsi quando si tratta di una band straordinaria come questa? E perdonatemi l’aggettivo straordinario, ma solamente due menti come quelle di Damon Albarn (cantante e musicista) e Jamie Hewlett (disegnatore e fumettista) potevano dar vita ad un progetto ambizioso come questo, in grado di unire la musica con il mondo della graphic novel e dell’animazione 3D.

Ma torniamo a noi.

Le voci sul nuovo album giravano da tempo ormai: già nel 2015 Hewlett aveva pubblicato le nuove grafiche per i personaggi della band sul proprio profilo Instagram.

Da https://www.instagram.com/hewll/

Da allora, e da queste prime bozze, gli indizi si sono infittiti e nel mese di Settembre 2016 i vari profili social della band hanno iniziato ad esplodere: nuove grafiche, video, articoli, playlist e contenuti pubblicati quotidianamente hanno portato l’hype per il nuovo album a salire alle stelle.

Il primo assaggio del progetto arriva all’inizio del 2017 con il singolo Hallelujah Money, in collaborazione con il cantante e compositore britannico Benjamin Clementine. Il brano, palesemente anti-Trump, è stato scritto con l’intenzione di commentare la situazione storico-politica che si sta formando in questi anni. Il video della canzone è stato pubblicato su YouTube il 19 Gennaio, ovvero alla vigilia del giuramento del neo-eletto Presidente degli Stati Uniti.

Il 6 Marzo la band annuncia la propria partecipazione al Demon Dayz Festival, di cui è headliner. Il sold out previsto si manifesta molto rapidamente e i biglietti terminano in meno di un giorno dall’apertura della vendita.

Finalmente! Il 23 Marzo, durante un’intervista per la BBC Radio1, Damon Albarn annuncia il nuovo album: Humanz, il quinto disco della band, la cui uscita è programmata per il 28 Aprile.

Giusto per dare un ulteriore sbirciata al progetto, nella stessa giornata vengono pubblicati quattro singoli, tutti diversi tra loro, che spaziano tra generi ed influenze (anche territoriali). Il primo pezzo trasmesso in radio è Saturn Barz, nato dalla collaborazione con il deejay e rapper jamaicano Popcaan, è anche l’unica canzone accompagnata da un video musicale realizzato con il supporto della virtual reality che permette di far immergere lo spettatore nelle scene vissute da 2D, Noodle, Russel e Murdoc. Segue Andromeda, che rappresenta il risultato del lavoro con il rapper americano D.R.A.M. We got the power si distacca dai primi due brani: di stampo principalmente indie, con un ritornello molto orecchiabile, è frutto della collaborazione con la cantante inglese post-punk Jehnny Beth. Il quarto ed ultimo singolo è Ascension, un featuring con il rapper americano Vince Staples, che mescola temi biblici come l’apocalisse a problematiche culturali e politiche risultando quasi in un “inno” (controverso) al godersi la vita finché non si arriva al capolinea.

E se non fossero bastate quattro canzoni in un colpo solo, il giorno successivo l’intero EP è stato presentato con un secret show, gratuito per tutti coloro che fossero riusciti ad aggiudicarsi l’ingresso. Durante il concerto, il primo in cinque anni, sul palco si sono alternati artisti tra cui De La Soul, Danny Brown, Graham Coxon (membro dei Blur) e perfino lo storico “rivale” Noel Gallagher. Sul profilo Facebook dei Gorillaz sono stati pubblicati i video dello spettacolo, rendendo così partecipi anche coloro che non sono riusciti ad esserci fisicamente.

Negli ultimi giorni i post sui social non sono per niente diminuiti e sono già online i remix dei quattro singoli estratti, che potrebbero preannunciare una nuova D-side (compilation pubblicata nel 2007 e contenente la B-side Demon Days e vari remix):

Per il momento cercare di comprendere il progetto unitario è ancora difficile (UPDATE: è notizia degli ultimissimi giorni l’annuncio anche di una serie TV di 10 episodi con i Gorillaz come protagonisti) ma l’attesa si fa sempre più corta e tra poco più di due settimane potremo annunciare finalmente:

Habemus Humanz!

Da qualche parte sul profilo Facebook della band

Lejla Coloman

Lejla Coloman

Teoricamente una studentessa di Lingue Straniere ed Editoria. Praticamente una ragazza molto disordinata, spesso spettinata e decisamente stonata che si diverte a cantare ad ogni ora del giorno solo per dar fastidi ai vicini. Oh, quasi dimenticavo, una volta ho visto un U.F.O.
Lejla Coloman

Latest posts by Lejla Coloman (see all)

About Lejla Coloman

Teoricamente una studentessa di Lingue Straniere ed Editoria. Praticamente una ragazza molto disordinata, spesso spettinata e decisamente stonata che si diverte a cantare ad ogni ora del giorno solo per dar fastidi ai vicini. Oh, quasi dimenticavo, una volta ho visto un U.F.O.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *