New Music Friday 17-04-2020: L’Onestometro

Guida per distinguere tra pezzi onesti e cafonate nel marasma delle nuove proposte di Spotify

Come leggere l’onestometro
Il giudizio dal più apprezzabile al più marcescente: Onestissimo, onesto, ci sta, stacce, cafonata, cafonatiasima


Annalisa – House Party

Una volta scrissi una cosa vagamente edgy sull’Annalisona nazionale e la sua fanbase italiana, inaspettatamente enorme, volle il mio scalpo. Questa volta mi limito a sottolineare la rima principale del pezzo: “Io sono a casa tu dimmi quando parti / house party”. Roba che Bello Figo a paragone è Jacques Prevert. CAFONATISSIMA

 


Tommaso paradiso – Ma lo vuoi capire?

Tommy sembra più attivo in questa quarantena dei produttori di presidi medici di base, e regala Disperato 2.0 a un’altra donna che se ne è andata. In generale sembra il risultato di Paradiso che segue un tutorial per fare il Paradiso: qualità dei singoli in discesa. CAFONATA

 


Gianluca Grignani – Dimmi cos’è

Dopo il Grignani degli anni Duemiladieci anche il Grignani degli anni Novanta. Ma proprio quello degli anni Novanta, immutato e immarcescibile. Un brindis… ah, no, meglio di no.  CI STA


Gazzelle – Ora che ti guardo bene

Da quando è uscita Polinesia, Gazzelle sembra aver capito che si può fare finta di sapere cantare anche senza mangiarsi il 90% delle parole. Ballata che resta a galla se si riesce a fare finta di non capire il testo, che include anche il quasi-suicidio “cantiamo insieme nanana”. CI STA

 


Dan faiv ft. Salmo – Cioilflow

Quinto posto in Playlist del venerdì perfetto per sbloccare la colazione sulle linee più tremende mai cantate da salmo. Però Dani ciailflow. CAFONATISSIMA

 


Florence + The Machine – Light of Love

Sarebbe logico pensare che il ruolo di ancora di salvezza in un mare di merda spettasse a Fiorenza. Rompe le palle anche lei con una ballata alla Celine Dion dall’ospizio. CAFONATA

 


Joji – Gimme Love

E invece l’ancora di salvezza arriva direttamente dal live action di Holly e Benji, con un pezzo di alternative R&B moderno, coinvolgente e con linee di basso molto potenti. Spiegare agli americani. ONESTO

 


Billie Joe Armstrong – I think we’re alone now

BJA fa uscire a nome suo (?) quello che è immancabilmente lo stesso pezzo che i Green Day pubblicano con minime variazioni da 15 anni. Solo il minutaggio continua a scendere, le idee rimangono poche e terribilmente confuse. CAFONATA


Glass Animals – Heart-shaped Box

Un mini EP chiamato Quarantine Covers con Young and Beautiful di Lana Del Rey come b-side. Arrangiamento d’archi ottimo in una cover tanto strana e diversa da non mancare in nessun modo di rispetto all’originale. ONESTO


Incubus – Trust Fall (Side B)

Seconda metà di un EP cominciato nel 2015, a cui la band sembra tornare anche come sonorità dopo tanti anni di sperimentazioni sempre più mollicce. Karma Come Back è un pezzone. ONESTISSIMO

 


Sam Smith – I’m Ready

Lo sopportate? Come cazzo fate. C’è Demi Lovato che alza la caratura di ‘sta chiavica di I’m Ready. Che è come prendere e appoggiare malamente sulla panchina uno che era stramazzato a terra. CAFONATA.

 


Viito – Benzina

Prendete tutto quello che è accaduto negli ultimi 8 anni nell’indie pop italiano. Ok. Avete Viito. Pure Benzina. Comunque oramai è troppo facile fare robe migliori di Tommy Paradise. “Milano piange sopra la mia faccia”. Si chiama bukkake. I termini tecnici sono importanti. CI STA (a malapena)

 

Riccardo Coppola

About

Sulla linea di confine tra un matematico pragmatismo e una sognante fascinazione per le malinconie musicali e i sofismi esistenzialisti e/o fantascientifici. Suono ogni tanto, scrivo spesso, parlo troppo.

Lascia un commento