New Music Saturday 02-05-2020: L’Onestometro

Guida per distinguere tra pezzi onesti e cafonate nel marasma delle nuove proposte di Spotify

Come leggere l’onestometro
Il giudizio dal più apprezzabile al più marcescente: Onestissimo, onesto, ci sta, stacce, cafonata, cafonatiasima


Oasis – Don’t Stop… [Demo]

Un demo che da solo vale di più di tutta la discografia dei Beady Eye e quasi supera l’interessa del secondo disco solista di Noel Gallagher. I fratelli giocano coi sentimenti dei fan degli Oasis con ‘sta demo buttata un po’ a casaccio. Ma Don’t Stop… ha una potenzialità superiore a molte robe che i fratelli hanno fatto separatamente. Poi, ok, non ha un cazzo di senso d’esistere così, buttata da sola, ma vabbé. CI STA


Ermal Meta – Finirà Bene

Precisa su Facebook che la canzone è stata già scritta nel 2019 per non sembrare compagno anche di sciacallaggio di Elisa, dopo esserlo stato di Amici. Sembra una colonna sonora di Morricone reinterpretata da Gigi D’Agostino e non è neanche malvagissima. ONESTO


Luis Fonsi – Girasoles

La musica sa sempre, la musica sa sempre e già in anticipo. E tra le note malinconiche dell’acustica che accompagna Fonsi si sente il rammarico di un singolo progettato come hit estiva, per notti romantiche davanti a falò in spiaggia, in una stagione estiva che comincerà nel 2021. CI STA


HAIM – I know alone

Le tre sorelle HAIM riuscirono in qualche modo, ai loro esordi, a fare da gruppo spalla sia ad Edward Sharpe & The Magnetic Zeros che a Kesha. In questo nuovo pezzo si sente quanto hanno appreso dalla seconda, e ci si ricorda anche perché sia sparita da qualche anno. CAFONATA

 


Glass Animals – Dreamland

Xilofono da film di Hitchcock e carezze da film disney, un pezzo di indie lento lento e stucchevole come pochi altri, ma inaspettatamente avvolgente. ONESTO


Willie peyote ft. Shaggy, Don Joe – Algoritmo

Shaggy sarà stato soddisfatto della collaborazione di una decina d’anni fa con Fabrizio Miccoli e ci riprova con il torinese Willie Peyote. Purtroppo al suo servizio c’è un rappettino alla dj Francesco con un testo imbarazzante, che non rende giustizia a nessuno dei coinvolti. CAFONATISSIMA


Joey ft. Achille Lauro – Dovrai

Tenersi Achille Lauro come ciliegina per qualcosa di cruciale come i ritornelli è una mossa azzardata quanto fare tirare una punizione al novantesimo a un portiere diverso da Rogerio Ceni. Il buon (?) achille avrà sicuramente altre qualità (?) ma sicuramente non quella di dare svolte melodiche e di fornire controcanti inappuntabili. Poi il pezzo è una schifezza stracolma di demagogia, a prescindere. CAFONATISSIMA


Mark Lanegan – Srockholm City Blues

Se per ripicca a Giuseppi Conti volete deprimevri per forza, ma volete farlo con classe, aspettate l’ora in cui il sole ha quasi finito di tramotare, versate del vino rosso un po’ acidulo in un bicchiere, rannicchiatevi in un angolo della stanza che più vi aggrada, ripensate con forza a tutti i vostri sbagli della vita e mettete a volume 110 Stockholm City Blues. Depressione cosmmica, ma di gran classe. ONESTISSIMO


Nek – Amarsi Piano

Potremmo andarcene al mare, dormire in macchina se ti va“. Nek, sei stronzo però, eh. Io che non riesco a trovare su Amazon della sabbia da mettere nel balconcino 1×1 giusto per ricordarmi come è fatta ‘na cazzo di spiaggia. Ah, il resto della canzone è un riciclo del pop thegiornalistico degli ultimi 6, 7 anni. Però annacquato. Solo bestemmie. CAFONATISSIMA


Young Signorino – Anima

Oh, ‘sta svolta da cantautore trap 12.0 di Young Signorino ha qualcosa di disarmante. Sembra quasi un bel pezzo. Banale nel testo quanto la bolletta del gas che t’arriva a febbraio. È studiata quasi bene. Tutto quasi. Clamoroso (quasi). CI STA

 

 

Il Branco

About

Siamo senz'altro scontrosi e antisociali, tuttavia a volte abbiamo degli interessi in comune. E scriviamo a più mani i nostri articoli.

Lascia un commento